Tassi ancora più bassi, mutui casa ancora più convenienti.

Date il merito a Draghi, alla FED o a chi volete ma il risultato non cambia. Le tendenze globali e in particolare le dichiarazioni del Governatore della Banca Centrale sul taglio ulteriore dei tassi di interesse non potevano essere più chiare e dirette, tanto che le rate dei mutui sia a tasso fisso che variabile si stanno portando al livello più basso di sempre.

Ancora meglio, le banche stanno accompagnando la discesa dei tassi ai minimi di sempre. Se prendiamo i mutui a 20 anni (soluzione più diffusa) i tassi offerti oscillano tra l’1% e l’1,3%. E per i 30 anni siamo sotto il 2% per il fisso e sotto l’1% per il variabile. Ad esempio, con un mutuo di 130mila euro a 20 anni, il risparmio si aggira a circa 25 € al mese, 300 € l’anno. Davvero uno sconto interessante. Se ad un contesto così favorevole si aggiungono anche i vantaggi offerti da Kers con la soluzione Mutuo Perfetto allora il momento è praticamente irripetibile. La nostra partnership con società nella mediazione creditizia permette condizioni di mutuo ancora migliori agevolando l’acquirente, migliorando l’esito delle trattative e la proposta d’acquisto per chi vende. Chiamare Kers per credere.

Cedolare secca, affitti brevi e IMU secondo il Decreto crescita.

Il decreto crescita sta per nascere ma fa già sentire la sua voce in tema di fisco immobiliare. Prima di tutto c’è la conferma della cedolare secca e, più rilevante, possiamo dire addio alle sanzioni per chi si è dimenticato in passato e si dimenticherà in futuro di confermare tale opzione nel momento della proroga del contratto di affitto. Iniziamo bene, dunque.

Per gli affitti brevi i proprietari dovranno comunicare alla Regione Lombardia i dati degli immobili destinati alla locazione e ad ogni immobile corrisponderà un codice identificativo che i proprietari, i gestori di portali web e le agenzie immobiliari dovranno usare “in ogni comunicazione inerente all’offerta e alla promozione dei servizi all’utenza”. Pena sanzioni da 500 € fino a 5.000 €. E se c’è reiterazione la sanzione raddoppia. Quindi più trasparenza ma meno tolleranza.

Poi c’è una piccola consolazione per chi deve pagare le tasse su affitti maturati sulla carta ma non percepiti a causa di morosità del conduttore. Se prima si potevano non pagare le tasse solo una volta concluso il procedimento di convalida dello sfratto, ora il proprietario matura un credito d’imposta sulle tasse che ha pagato per i canoni che non ha incassato. Solo per i contratti stipulati da gennaio 2020 il decreto prevede la possibilità di non versare le tasse sui canoni non percepiti a fronte di una intimazione di sfratto per morosità o di una ingiunzione di pagamento.

Novità anche in ambito commerciale, difatti l’opzione per la cedolare secca può essere fatta anche per i contratti di locazione di tipo strumentale stipulati nel 2019. I locali devono essere classificati nella categoria catastale C/1 e avere una superficie fino a 600 metri quadrati, escluse le pertinenze. L’aliquota applicabile è del 21%.

Queste in generale le novità più rilevanti ma ci sono ulteriori dettagli e piccoli cambiamenti su cui ogni broker Kers è aggiornato e disponibile a darvi spiegazioni e consigli.

Entra a far parte del network di agenzie che collaborano con KERS

Scopri il Patto di Collaborazione e Trasparenza e il Codice Etico

I due strumenti di KERS che garantiscono una collaborazione proficua e trasparente tra agenzie e che moltiplica le possibilità di ottenere la miglior trattativa.
Un vantaggio sia per acquirente che venditore.

Voglia di cambiamento?

Dai ascolto alle tue aspirazioni ed entra in Kers Broker Academy

Vuoi vendere o comprare con noi?

Inviaci una richiesta

Tel. 02 76 39 00 22