Valutazione on line. Vera tentazione.

Se 70.000 Euro vi sembrano pochi… è perché potrebbero essere di più.

Quattro ragioni per cui il prezzo massimo non è per niente scontato.

La valutazione immobiliare con uno qualsiasi dei maggiori portali di annunci è molto semplice e veloce, una vera tentazione per chi sta pensando di vendere la propria casa.

Se poi parliamo di un mercato dinamico, di una posizione privilegiata, di un immobile ristrutturato e dalla metratura ideale, allora sicuramente siamo di fronte a una casa facile da mettere sul mercato e facilissima da vendere. Probabilmente basta posizionarla al prezzo più alto, magari ancora più alto di quello proposto dal sistema, giusto per non sbagliare, e rimanere in attesa. La classica “casa che si vende da sola”, delizia del mercato immobiliare.

Ma è davvero così?

Ti proponiamo 4 punti su cui riflettere.

  1. Il valore preciso non esiste.

Per sua stessa definizione la stima è un’analisi probabilistica del valore economico della casa. Una valutazione compresa tra un minimo e un massimo ma che, a differenza di quanto indica il famoso portale, nella realtà può oscillare fino al 30%, soprattutto nel caso di immobili con caratteristiche uniche, particolari o ricercate, in riferimento all’offerta generale del momento. Anche in un mercato favorevole non possiamo avere la certezza del risultato finale e la differenza tra “vendere” e “vendere al meglio” può essere di molte decine di migliaia di euro.

  1. Da professionisti del mercato immobiliare non faremo mai una valutazione online.

Perché?

È indispensabile visionare di persona l’immobile: nessuna casa può essere valutata senza essere vista perché non esiste uno standard. Ad esempio, i metri quadrati non hanno sempre lo stesso valore per tutti gli immobili. Basti pensare alla differenza tra un appartamento dotato di spazi ben distribuiti ed uno con superfici difficilmente sfruttabili, come corridoi o enormi anticamere.

Per KERS il valore di un bene non dipende solo dall’oggetto, come vuol far intendere il portale di annunci. La nostra esperienza ci porta ad affermare che il valore di realizzo è il prodotto della relazione tra l’immobile, la capacità economica dell’acquirente e quella negoziale di chi lo vende, che sia il privato o l’agente immobiliare. Si pensi al mondo dell’arte e ai suoi pezzi prestigiosi: per uno stesso oggetto il valore può variare di molto in funzione della possibilità economica dei papabili acquirenti ma, anche della serietà della casa d’aste, dell’investimento in marketing, del metodo di vendita utilizzato e della capacità della persona che conduce il processo di vendita.

  1. L’investimento nel marketing e nei servizi incidono sul prezzo.

Una volta prodotto l’oggetto, le migliori aziende studiano la commercializzazione che dovrà dare valore aggiunto rispetto al costo di produzione. Acquisito l’immobile, in KERS  redigiamo una precisa analisi di mercato dei competitors, pianifichiamo l’attività di marketing e definiamo una precisa strategia commerciale.

  1. La trattativa è un’arte non duplicabile. Tutti la svolgono, pochi la conducono.

Non facciamo riferimento alla banale manovra di offerta e controfferta, che ovviamente è la manifestazione concreta della trattativa, quanto piuttosto al lavoro dietro le quinte necessario per condurla. Servizi come finanziamenti, mutui, ristrutturazioni, permute, Open House e altro ancora sono strumenti indispensabili per negoziare al meglio la trattativa. Ma l’artefice di tutto è lui, il Broker di KERS. Non duplicabile da nessun algoritmo informatico o da persone non preparate, è l’esperienza e il “saper fare” del Broker che garantirà il valore economico aggiunto nella vendita dell’immobile. Nella nostra Academy per formare un consulente di alto livello impieghiamo oltre 5 anni.

Non facciamo riferimento alla banale manovra di offerta e controfferta, che ovviamente è la manifestazione concreta della trattativa, quanto piuttosto al lavoro dietro le quinte necessario per condurla. Servizi come finanziamenti, mutui, ristrutturazioni, permute, Open House e altro ancora sono strumenti indispensabili per negoziare al meglio la trattativa. Ma l’artefice di tutto è lui, il Broker di KERS. Non duplicabile da nessun algoritmo informatico o da persone non preparate, è l’esperienza e il “saper fare” del Broker che garantirà il valore economico aggiunto nella vendita dell’immobile. Nella nostra Academy per formare un consulente di alto livello impieghiamo oltre 5 anni.

Chi vende è il proprietario, il Broker è il suo alleato.

Nel momento in cui conferisce l’incarico, il proprietario sta acquistando la consulenza per vendere al meglio il proprio immobile. È lui il venditore mentre il Broker è il suo partner nell’operazione immobiliare. Un percorso fatto di fiducia e condivisione che, se ben eseguito, si concluderà con la migliore vendita. I valori in gioco sono importanti ed ecco perché i nostri clienti prima di decidere se provare da soli o con un qualsiasi agente, non accontentandosi, si informano nei dettagli, pretendono qualità nella gestione della trattativa, efficienza dell’organizzazione e verificano gli investimenti per la promozione. Vogliono conoscere.

 

Se anche tu non vuoi lasciare nulla al caso, non fidarti delle parole: scopri le differenze, verificale e mettici alla prova.

Contattaci per un colloquio conoscitivo.

 

“È indispensabile visionare di persona l’immobile: nessuna casa può essere valutata senza essere vista perché non esiste uno standard”.

Sergio Merli

Founder – Broker Manager

Entra a far parte del network di agenzie che collaborano con KERS

Scopri il Patto di Collaborazione e Trasparenza e il Codice Etico

I due strumenti di KERS che garantiscono una collaborazione proficua e trasparente tra agenzie e che moltiplica le possibilità di ottenere la miglior trattativa.
Un vantaggio sia per acquirente che venditore.

Voglia di cambiamento?

Dai ascolto alle tue aspirazioni ed entra in Kers Broker Academy

Vuoi vendere o comprare con noi?

Inviaci una richiesta

Tel. 02 76 39 00 22